Notizia

30.05.2018

Il grazie della nostra Presidente, Allegra Agnelli, alle 22 Delegazioni e ai volontari riuniti a Candiolo.

“Siete la nostra voce concreta e preziosa sul territorio”. Così la nostra Presidente, Allegra Agnelli, ha accolto i rappresentanti delle 22 Delegazioni e i volontari, riuniti all’Istituto di Candiolo per l’annuale incontro plenario, che è stata anche l’occasione per presentare i due nuovi Consiglieri Felicino Debernardi e Michele Coppola e il nuovo Direttore della Fondazione, Gianmarco Sala.

“Il vostro è un contributo di fondamentale importanza”, ha aggiunto la Presidente, sottolineando come nel 2017 le attività realizzate dai delegati abbiamo fatto registrare un incremento di donazioni superiore al 15% rispetto al 2016: “La vostra costante attività – ha proseguito - contribuisce in modo significativo non solo alla raccolta fondi, ma anche a divulgare la missione della Fondazione”.  Un’opera di sensibilizzazione che si è riverberata sui risultati del 5x1000: gli ultimi dati forniti dall’ Agenzia delle Entrate, che fanno riferimento al 2016, vedono un incremento sia per il numero di firme sia per l’ammontare della cifra destinata alla Fondazione.

Un grazie ribadito dal nuovo Direttore della Fondazione, Gianmarco Sala “Col vostro impegno ci consentite di veicolare i valori dell’Istituto di Candiolo: la fiducia dei nostri donatori non è venuta mai meno, anche in questi anni di crisi economica. Candiolo è un luogo unico, dove competenza e umanità si fondono per fornire ai pazienti il miglior trattamento possibile. I risultati raggiunti negli ultimi mesi dall'Istituto ci stimolano a continuare a lavorare con rigore e trasparenza".

 "Il 2017 è stato anno impegnativo ma divertente - ha affermato Andrea Bettarelli, Responsabile Fundarising, Marketing e Comunicazione - è stato l'anno della Partita del Cuore ma soprattutto siamo stati presenti nelle strade e nelle piazze, in mezzo alla gente, insieme ai nostri amici, ai nostri volontari e con la nostra madrina Cristina Chiabotto.  Siamo cresciuti tanto e vogliamo crescere ancora, e abbiamo sempre più bisogno dei nostri sostenitori... Tra i prossimi eventi la Nazionale di Calcio a Torino il 4 giugno. Per l'occasione, la FIGC ha messo a disposizione della nostra Fondazione una serie di biglietti ed esperienze utili alla raccolta fondi e alla comunicazione dell’attività istituzionale."

Il Direttore Scientifico, Anna Sapino, ha ricordato la costante crescita delle citazioni delle ricerche svolte a Candiolo: l’anno scorso hanno abbondantemente superato quota 5 mila. E cresce anche l'attenzione delle più importanti riviste scientifiche internazionali. “Abbiano in corso 18 studi clinici su pazienti – ha aggiunto – e partecipiamo al Piano nazionale di ricerca sanitaria 2017-2020 del Ministero della Salute. La Fondazione, inoltre, ci finanzia tre progetti triennali”.

I dati dell’assistenza e cura sono stati ricordati dal Direttore Sanitario, Piero Fenu: quasi 31 mila pazienti si sono rivolti nel 2017 all’ Istituto di Candiolo, i ricoveri sono stati più di 5 mila. Sono state effettuate 4.300 Pet, quasi 1.000 risonanze magnetiche multiparametriche, 700 esami Pro-Psa, 2.500 analisi molecolari, 58 biopsie liquide. Candiolo, ha ancora ricordato Fenu, è inserito nella Rete Oncologia della Regione Piemonte.

Le Delegazioni della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro sono ad Alba, Alessandria, Asti, Bra, Canelli, Casale Monferrato, Castellamonte e Cuorgnè, Chivasso, Ciriè, Cuneo, Fossano, Giaveno, Ivrea, Mondovì, Nizza Monferrato, Pianezza, Pinerolo, Rivoli, Saluzzo, San salvatore Monferrato, Santhià e Villafranca Piemonte.

Grazie a tutti.